Si é aperta lunedì 26 luglio, ad Ariano Irpino, la nona edizione dell’Ariano International Film Festival. Presenti alla conferenza stampa il direttore artistico Annarita Cocca, il sindaco di Ariano Irpino Enrico Franza, l’assessore Veronica Tarantino, il dirigente dell’Istituto Don Lorenzo Milani Marco de Prospo. Durante l’incontro è stato presentato il ricco programma della kermesse, tra proiezioni di film, incontri con registi, attori e scrittori, workshop e laboratori. La parola chiave dell’Ariano International Film Festival è CULTURA. Che sia intesa come mezzo per trasmettere o tramandare un messaggio, che sia un modo per poter finalmente tornare a condividere, la cultura è ciò che rende forte un popolo. Come sottolineato anche dal sindaco, dare molto spazio alla cultura può tradursi in un indotto economico.

La prima giornata ha rivelato i nomi dei vincitori dell’AIFF Cosplay e dell’AIFF Social, concorsi esclusivamente online. In palio vari premi e la partecipazione vituale di numerosi ragazzi da ogni dove.

Nel tardo pomeriggio si è svolto l’incontro con Antonio Giampaolo, presso la Villa Comunale di Ariano. Tra i produttori di videoclip più importanti in Italia, fondatore della Maestro Production, Giampaolo ha collaborato con artisti del calibro di Fedez, Elisa e i Măneskin. Grazie all’AIFF, il pubblico ha quindi potuto assaggiare l’atmosfera e l’energia che permea il nostro panorama musicale, dalla viva voce di chi ci sta dentro da anni.
A seguire, spazio a due cortometraggi fuori concorso diretti da Alessandro Perrella, Dante sulla bocca di tutti e A occhi chiusi. Il primo è un omaggio suggestivo ed emozionante, arricchito dai canti dipinti da Anna Bartolini e dalle musiche di Franz Liszt. Nel secondo invece l’autore fa rivivere la storia di un suo caro insegnante grazie alle commoventi interpretazioni di Milena Vukotic e della figlia Valentina.
Perrella ha permesso al pubblico di conoscere meglio il suo lavoro, la sua passione e le sue scelte. Il fatto di trovarci nel 2021, nel settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta, si rivela fondamentale anche nella seconda giornata del Festival.

Martedì 27 luglio si apre infatti con la presentazione del libro Incontro con Dante di Nicola Prebenna. L’appuntamento è alle ore 10.30, presso il Museo Civico e della Ceramica. Originario di Ariano Irpino, poeta, scrittore, critico e docente, Prebenna sceglie ancora la sua città natale per parlare di uno dei suoi soggetti preferiti, Dante Alighieri, a cui dedica un interessante volume.
La giornata prosegue poi con l’atteso incontro con Federico Moccia, alle ore 18.00, presso la Villa Comunale. Lo scrittore, sceneggiatore, regista e autore televisivo romano, è pronto a regalare ai suoi affezionati quelle emozioni che hanno reso così celebri e seguite le sue opere. Da Tre metri sopra il cielo, adattato per il grande schermo ed esportato all’estero, a Semplicemente amami, sono tantissimi i titoli che portano la firma di Moccia.
L’ultimo evento della seconda giornata è riservato al film Lemony Snicket – Una serie di sfortunati eventi di Brad Silberling, in programma alla Villa Comunale per le ore 21.00. La proiezione fa parte dell’iniziativa AIFF CULT, promossa dal Festival, al fine di diffondere la cultura e il cinema tra i più giovani.

Ricordiamo inoltre che é possibile fruire delle opere in concorso e votarle, semplicemente andando sìul sito dell’Ariano International Film Festival e creando un account.

Per maggiore chiarezza, à possibile seguire il tutorial pubblicato sulla pagina Facebook del Festival:

https://www.facebook.com/134703210034932/posts/1808717675966802/