I Docenti  del Liceo Classico “Pietro Giannone”, firmatari di questo documento, desiderano esprimere solidarietà e vicinanza al giovane che nei giorni scorsi è stato vittima, nella nostra città, di un ignobile attacco da parte di alcuni violenti, rimasti anonimi, che lo hanno colpito con lancio di oggetti e insulti. 

Siamo vicini al giovane aggredito – ribadiscono i Docenti – non solo perché è stato un nostro alunno serio, impegnato, partecipe, che  ha dimostrato di aver assorbito i valori della classicità e dell’umanesimo, che sono alla base del nostro indirizzo di studi, intraprendendo con coraggio e successo la sua carriera, ma soprattutto perché siamo seriamente preoccupati per la cupa deriva in cui Benevento sembra sprofondare, in quanto questo è solo l’ultimo di una serie di atti violenti avvenuti nella nostra città: un pensionato strattonato e spinto a terra alla fermata dell’autobus ancora una volta da due giovani, risentiti perché la vittima aveva ricordato loro di indossare la mascherina; lo sfregio all’Arco di Traiano, il più glorioso simbolo della città, sul quale dei vandali hanno scritto con la vernice.

La gratuità e la rozzezza di questi atti testimoniano la cieca indifferenza degli autori, privi di ogni rispetto per l’uomo, per la bellezza, per le regole del vivere civile. In tutti e tre i casi riportati gli autori restano anonimi o impuniti, lasciando ferite aperte nella comunità, nelle famiglie, negli individui. Non vogliamo che a queste ferite, a cui è mancato già il giusto risarcimento, manchi anche la partecipazione umana e solidale verso chi ha subito un torto. Per questo abbiamo voluto far sentire la nostra voce, per dire che la scuola in generale, e il nostro Istituto in particolare, non lascia solo chi ha subito l’offesa della violenza e per fare un appello, in linea con le altre iniziative che sono state lanciate a sostegno del giovane aggredito, affinché la parte sana della nostra comunità reagisca a tali odiose manifestazioni con forza e determinazione, per dimostrare che a Benevento si ripudia la violenza e la discriminazione.

I Docenti: Paola Caruso, Cristina Zilla, Lucia Masone, Caterina Conti, Linda Mercuro, Giulia Campagnuolo, Natalia Cosentini, Mariateresa Del Core, Rita Tedesco, Anna Aversano, Loredana Lombardi, Anna Pina D’Agostino, Paola Maglione, Leandro Pisano, Francesca Esposito, Angela Gentile, Maria Ullo, Susanna Colucci, Elena D’Onofrio, Paola Bagnoli, Nunzia Campanelli, Nicola Sguera, Maddalena Albini, Angelo Bosco, Piera Zampelli, Ivana Mandata, Angelo De Cicco, Annamaria Pastore, Miriam De Toma, Donato Faiella, Teresa Simeone, Antonio De Lauri, Elena Intorcia, Stefania Mazzone, Luisa De Duonni, Isabella Leoni, Luciano Politi, Nina Iadanza.