Premio “F. Cennamo” per la categoria “Best Scientific Contribute” ad una dottoranda Unisannio: il riconoscimento è stato conferito alla sannita Grazia Iadarola in occasione della Scuola di Dottorato “Italo Gorini 2019”, promossa dalle Associazioni Italiane GMEE (Gruppo di Misure Elettriche ed Elettroniche) e GMTT (Gruppo di Misure Meccaniche e Termiche). La scuola, svoltasi quest’anno a Napoli dal 2 al 6 settembre, è rivolta sia a studenti di dottorato che a giovani ricercatori e nasce con l’obiettivo di approfondire l’impatto delle Misure nella ricerca scientifica e ingegneristica. La trentenne Grazia Iadarola, laureata presso l’Unisannio con lode, è ingegnere elettronico e dottoranda in Tecnologie dell’Informazione per l’Ingegneria. Si occupa da anni di elaborazione dei segnali e in particolare di compressione e recupero di segnali a larga banda presso il gruppo LESIM (Laboratorio di Elaborazione dei Segnali e delle Informazioni di Misura) dell’Unisannio, sotto la supervisione dei professori Pasquale Daponte e Luca De Vito. Nell’ambito della Scuola “Italo Gorini” il poster premiato rappresenta lo stato di avanzamento di un progetto di ricerca che riguarda i convertitori Analogico-Informazione, utilizzati per il monitoraggio di segnali di comunicazione in diversi settori, dal biomedicale alla difesa e all’aerospazio.