Presso il Presidio Ospedaliero “G. Rummo” dell’A.O. “San Pio” è stato eseguito il primo intervento di Terapia Cellulare per il trattamento dell’ischemia critica dell’arto e delle ulcere, causate da questa patologia.

Poche le strutture pubbliche ospedaliere campane che oggi eseguono questa terapia, che sposa le metodiche più sofisticate alla semplicità del trattamento.

Consiste – spiega il Dr. Razzano, responsabile della UOC di Chirurgia Vascolare – nel praticare al paziente delle microiniezioni di un concentrato di cellule Mononucleate Autologhe, isolate da un semplice prelievo del suo sangue periferico. Le microiniezioni vengono eseguite lungo l’asse arterioso sofferente e in corrispondenza dell’ulcera. Le cellule Mononucleate del sangue periferico hanno la capacità di indurre l’angiogenesi (ossia la naturale rigenerazione dei vasi sanguigni), attivare i meccanismi fisiologici della riparazione tissutale interrotti dalla patologia e ridurre significativamente la sintomatologia dolorosa che in questi pazienti è particolarmente debilitante”.

Questo trattamento trova applicazione in casi molto selezionati ed è particolarmente indicata anche per il trattamento delle ulcere del Piede Diabetico.

L’efficacia di questa metodica è validata da numerose pubblicazioni scientifiche e la metodica è sicura e minimamente invasiva per il paziente.

Questa ed altre tecnologie innovative – conclude il Dr. Razzano – sono espressione della volontà dell’Azienda di assicurare gli standard di cura più moderni ed efficaci presenti in Italia”.