Presentati in mattinata – nel corso dell’incontro tenuto dal Questore, Luigi Bonagura, con i “referenti della legalità” degli istituti sanniti di ogni ordine e grado – i progetti promossi dalla Questura di Benevento per diffondere la cultura della legalità negli Istituti Scolastici di tutta la Provincia. Alla presentazione sono intervenuti il Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Benevento; il referente dell’Azienda Sanitaria Locale di Benevento; il referente dell’Arpac ed il Presidente dell’Unicef di Benevento.

Tre i progetti che verranno portati in campo: il primo, relativo al concorso nazionale indetto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dal titolo “PretenDiamo Legalità” che sarà rivolto alle scuole primaria e secondaria di primo e secondo grado con l’obiettivo di approfondire i temi della libertà, dell’uguaglianza e della giustizia che, insieme all’amicizia, rappresentano i valori fondamentali della crescita dei cittadini di domani e per la costruzione di una società che basi le sue fondamenta sulla legalità. Per le scuole secondarie il progetto sarà accompagnato, anche quest’anno, da un testimonial d’eccezione, il Commissario Mascherpa, protagonista del grafic novel edito da Polizia Moderna.

Il secondo progetto, dal titolo “Contro il bullismo… insieme. Bullo in rete” abbraccerà non solo gli allievi ma anche e soprattutto i genitori per condurli ad un approccio più consapevole e sicuro alla Rete ed alle insidie che in essa si celano, offrendo modelli educativi ed operativi utili.

La terza ed ultima proposta progettuale, dal titolo “Conoscere per prevenire”, verterà non più soltanto sul tema della dipendenza da sostanze stupefacenti bensì anche dalla dipendenza dall’alcool, essendo stata verificata quest’ultima come in costante diffusione tra i giovanissimi.

Non saranno lezioni accademiche bensì incontri che tenderanno – attraverso la Scuola – alla più fattiva interazione tra la Polizia di Stato, i giovani e giovanissimi allievi e le Famiglie: un investimento volto a realizzare una stabile interlocuzione, una sinergia fondamentale per “fare legalità”, educare al rispetto delle regole e proteggere i più piccoli dalle insidie che li circondano.